Idea Impresa e Realtà

Nei precedenti incontri abbiamo visto che le attività che svolge una web agency sono estremamente idonee al mercato della società di oggi, perché si rapportano perfettamente con quelle che sono le tendenze tecnologiche attuali: computer, informatica, comunicazione web, mobile system.

C’è da dire però che non tutto è sempre positivo!! …

Ci sono infatti delle variabili negative che influiscono sulla buona riuscita delle attività aziendali, prima di tutto è importante strutturare un ottimo team di lavoro.

I componenti del nostro team devono avere:

  • le giuste competenze informatiche
  • essere a conoscenza delle politiche di mercato
  • possedere ottime capacità comunicative per potersi approcciare al cliente in modo adeguato
  • devono possedere buone capacità intellettive e logiche
  • inoltre devono credere in ciò che fanno perché questo accresce la motivazione a lavorare con profitto

Come gestire l’azienda.

Il Leader ha un onere e una responsabilità di non poca importanza perché dipende dalla sua capacità lo sviluppo e la gestione dell’attività.
Egli deve essere autocritico, cioè deve sapersi analizzare ogni volta che deve prendere decisioni importanti, capire dove vuole andare, e quale percorso vuole intraprendere per fare in modo che tutto si svolga nel migliore dei modi.
Deve avere la capacità di valutare incongruenze nell’azienda in modo da poter agire sempre con prontezza ed efficacia.
Deve sapere come gestire le situazioni conflittuali all’interno dell’azienda
Deve essere assertivo, pensare ai propri bisogni, prima dei bisogni dell’altro. Calcolare le variabili efficaci che richiedono un’attenzione maggiore e saper dire no all’occorrenza, ponendo al primo posto l’interesse dell’azienda.
Deve saper gestire i conflitti con freddezza e prontezza cercando di stabilire una relazione di team, ottimale creando un clima positivo.
Deve lasciarsi alle spalle simpatie ed eventuali influenze di ogni tipo, rispetto ai rapporti con i collaboratori, mantenendo contatti solo lavorativi e distaccati quanto basta da poter rispettare ed essere rispettato.

Punti forza e punti debolezza.

È importante riconoscere soprattutto i punti forza perché questi conducono verso il successo. Considerare in primis i punti forza dell’azienda, successivamente i propri punti forza, infine quelli dei colleghi-dipendenti.

Sarebbe opportuno sapere che ognuno ha un punto forza, anche se non ne è cosciente, per esempio si può essere creativi, oppure si può possedere buone capacità comunicative. L’importante è saperle riconoscere per poterle potenziare. Occorre infatti puntare sui punti forza che non solo aiutano a produrre meglio nel lavoro, ma soprattutto contribuiscono ad aumentare l’autostima e ciò facilita la consapevolezza di saper riuscire a “fare” sempre di più.

Strumenti.

È necessario attuare una formazione continua che permette di essere sempre aggiornati rispetto al mercato mondiale, rispetto alle nuove tecnologie e anche rispetto alle tecniche di comunicazione e di ascolto, che risultano utili a fare marketing.

Risorse economiche.

L’investimento iniziale è la variabile che è posizionata al secondo posto per l’importanza dello sviluppo di un’azienda. E’ importante avere un budget da utilizzare.
Oggi molti provano a scegliere il crownfuding una forma di finanziamento dove i singoli utenti sovvenzionano il progetto, in cambio l’ideatore riconosce loro beni di vario tipo, a seconda della somma di denaro che viene investita. Se per esempio il progetto rappresenta energia solare, che costerà 50 euro, l’ideatore può stabilire che investendo un euro si ottenga un adesivo col logo della sua invenzione; con dieci una lettera di ringraziamento; con 50 un esemplare della batteria; con 100 tre esemplari, ecc….